DOREMAT è una metodologia didattica che permette di insegnare la matematica attraverso la musica e di insegnare anche la musica (sempre più raramente presente nei curricula scolastici); è un nuovo approccio che, sfruttando le analogie che intercorrono tra la matematica e la musica, correla, in chiave musicale le competenze matematiche cosi come indicate nel quadro normativo nazionale in materia di istruzione e formazione nei diversi ordini e gradi.

La metodologia DOREMAT si rivolge a intere classi o gruppi di studenti e prevede 2  docenti, uno di musica e uno di matematica, che, insieme, conducono le lezioni; lezioni che alternano la teoria con attività di taglio laboratoriale (ascolti e produzione musicali, partecipazione attiva degli allievi)


Per rafforzare la motivazione all’apprendimento e contrastare la dispersione e l’abbandono scolastico, nel 2007 abbiamo attivato dei laboratori pomeridiani di musica che hanno riscosso un grande successo da parte dei ragazzi.

Così, nel riscoprire l’importante valore didattico della musica e nel pensare a come nel mondo antico le diverse discipline non erano così separate, abbiamo ricercato le relazioni tra la musica e la matematica. Le analogie trovate sono oggi il cuore della presente pratica didattica che ha rafforzato le relative conoscenze e competenze. Questa logica unitaria dell’apprendimento è diventata veicolo per accogliere, per legare, per avvicinare e  fare nello stesso tempo cultura della musica e della matematica.




Per rendere possibile un’attenzione, un coinvolgimento e una motivazione all’apprendimento di tutti i ragazzi altrimenti ben difficile da ottenere soprattutto in un contesto di crescente complessità pedagogica;
Per diffondere la musica come disciplina all’interno dei curricula scolastici;
Per facilitare e innalzare le performances nell’apprendimento e nello studio della matematica;
Per un’opportunità in più d’integrazione nell’ambito della multiculturalità grazie al “linguaggio” universale della musica e della matematica;
Per coinvolgere quei giovani che hanno difficoltà di astrazione, concentrazione o che presentano una disabilità.

La metodologia didattica è rivolta a chiunque operi nell’ambito di interventi educativi/formativi.
In particolare possono essere interessati:

Scuole primarie di 1° grado
Scuole secondarie di  2° grado
Scuole e Enti dell’ Istruzione e Formazione Professionale
Enti di formazione professionale
Docenti
Studiosi della didattica
Ricercatori
e chiunque sia interessato alle discipline della musica e/o della matematica



Docenti
Frammenti esemplificativi non a scopo didattico

Introduzione
L'espressione "suonata" 1/2
L'espressione "suonata" 2/2
Le equivalenze
Un esempio geometrico
la proporzionalità diretta

 
NICOLA MAGNANI - docente di matematica di Enfap Emilia Romagna
ANTONIO BIANCHI - docente di musica di Enfap Emilia Romagna


Lezioni
Frammenti esemplificativi non a scopo didattico

1/9
2/9
3/9
4/9
5/9
 
6/9
7/9
8/9
9/9